Inside Consulting | Sicurezza delle imprese nelle aree colpite dal sisma
Via Alberto Pansa 55/I - 42124 Reggio Emilia
tel. 0522 1841772

Ordinanza n. 158 del 23/12/2013 – Proroga dei termini e parziali modifiche all’Ordinanza n. 91 del 29/7/2013, nuove modalità e criteri per la presentazione della domanda.
La Regione Emilia Romagna intende sostenere le imprese insediate nelle aree colpite dal sisma, attraverso un contributo sulle spese sostenute per la messa in sicurezza e l’ottenimento della certificazione di agibilità sismica provvisoria dei fabbricati destinati ad attività produttive ai sensi di quanto previsto dall’art. 3, comma 8-bis del Decreto Legge 6 giugno 2012 n.74.

Area geografica:
Comuni delle Province di Bologna, Modena, Ferrara, Reggio Emilia

Beneficiari:
Tutte le imprese, appartenenti a tutti i settori di attività economica  Ateco 2007 (ad eccezione di quelle  agricole), con carenze strutturali e situate nei Comuni del cratere sismico che hanno proseguito l’attività con certificato di agibilità provvisoria.

Obiettivo:
Finanziamento degli interventi di rimozione delle carenze strutturali finalizzati alla prosecuzione delle attività per le imprese insediate nei territori colpiti dal sisma del maggio 2012 e il miglioramento sismico.

Spese Ammissibili:
A. Opere connesse all’eliminazione di una o più delle carenze di seguito specificate:
1) mancanza di collegamenti tra elementi strutturali verticali ed elementi strutturali
orizzontali e tra questi ultimi;
2) presenza di elementi di tamponatura prefabbricati non adeguatamente ancorati alle strutture principali;
3) presenza di scaffalature non controventate portanti materiali pesanti che possono nel loro collasso coinvolgere la struttura principale causandone il danneggiamento o il collasso;
4) eventuali altre carenze fra cui quelle a carri ponte, macchinari o impianti.
B. Spese accessorie e strumentali funzionali alla eliminazione delle carenze sopra richiamate ritenute indispensabili per la completezza degli interventi, comprese eventuali spese per prove tecniche e indagini diagnostiche in loco.
C. Interventi di miglioramento sismico non compresi nella precedente lettera A); sono ammissibili le spese per interventi di miglioramento sismico diversi da quelli previsti nella precedente lettera A).
D. Le spese tecniche di progettazione, esecuzione, direzione lavori, verifica e ove previsto
collaudo, nonché la spesa relativa al rilascio del certificato di agibilità sismica provvisorio nel limite massimo del 10% del totale delle sopracitate voci A) + B) + C).

Agevolazione:
L’agevolazione prevista nel presente bando consiste in un contributo in conto capitale fino ad una misura massima corrispondente al 70% della spesa ritenuta ammissibile. 
Saranno escluse le domande la cui spesa ritenuta ammissibile risulti inferiore a € 4.000.

Scadenza:
31-12.2014

0 Comments

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi